domenica 24 ottobre 2010

Trekking d'Autunno al Parco del Gigante


Spettacolare giornata sui sentieri del Parco del Gigante. Mattinata fresca, tempo nuvoloso ma comunque non grigissimo. Al via oggi io, Luana, Marco, Simona, Paola, Gazza, Renkyaz e la mitica Maya, vera Guest Star della giornata. Durante l'avvicinamento a Civago notiamo che le cime sono leggermente spolverate dalla neve. Parcheggiamo e si parte. I colori sono spettacolari. Gli alberi con foglie gialle e rosse, intervallate di tanto in tanto da qualche sempreverde, formano un panorama fantastico. Procediamo chiacchierando e a un certo punto sentiamo un cane piangere. Lo chiamiamo e lui arriva. E' un cane per la caccia del cinnghiale, munito di collare con ripetitore GPS e campanella. E' disperato. Lo prendiamo con noi e ci segue, facendo su e giu' dalla montagna ma rimanendo sempre vicino a noi. Controlliamo il collare e fortunatamente troviamo dei recapiti telefonici. Appena arriviamo in un punto dove c'e' campo riusciamo a contattare il padrone. Hanno perso il cane e rimaniamo daccordo che glielo portiamo dal Rifugio Segherie. Dopo un'oretta raggiungiamo il rifugio, consegnamo il cane al padrone (che a malapena ci ringrazia...) e continuiamo il nostro cammino. Decidiamo per la variante Pincelli che ci portera' a passare nella Valle dei Porci e poi continua su un bel sentiero singletrack in quota fino ad arrivare al Passo Lama Lite (o LAMALAIIIIITTTTTTT). Giungiamo al Rifugio Battisti (c'e' ancora un dito di neve sui tavoli esterni) che per l'occasione ci serve piatti a base di castagne. Partiamo con un bel piatto di salumi e poi a seguire: tortelli di castagne, tagliatelle di castagne con funghi, arrosto con pure' di castagne, dolce, caffe' e vino appena fatto. Affrontiamo discorsi sull'orario che cambiera' la prossima settimana.. la gradazione alcolica non aiuta... Uno spettacolo! Ripartiamo scendendo per il 631. Un tappeto di foglie ci fa da sentiero, l'aria si e' un po' rinfrescata ma basta scendere un po' e la temperatura si rialza. In un paio d'ore siamo cosi' alla macchina, dopo aver scattato un sacco di foto, dopo aver visto la Paola rincoglionirsi totalmente con Maya (caro Gazza mi sa che in primavera il cane ti tocca...), dopo una bella mangiata e soprattutto dopo una bella giornata passata in compagnia! Grazie a tutti gli amici intervenuti, sperando che il giro sia stato di vostro gradimento e soprattutto di rivedervi presto in altre occasioni!Per la cronaca abbiamo percorso 14 km e 800 metri di dislivello. QUI LE MIE FOTO

1 commento:

RenkyaZ ha detto...

Sabato prossimo l'orologio lo mettiamo avanti o indietro? E di quanto, un'ora o un'ora e mezza? CHE SBRONZIIIIIIIIIII!!!!!! :)