lunedì 30 giugno 2008

29/06/2008 Giro Dei 4 Rifugi


Ieri ci siamo imbarcati nell'avventura del Giro dei 4 Rifugi. Partenza da Civago a Case Catalini. Ci siamo trovati in 17 direi un bel numero. Il giro parte subito in salita, 6 km prima di arrivare ad un falsopiano che porta alla sbarra per le Segherie. Ci sgraniamo subito. Qualcuno va avanti, qualcuno rimane indietro ma tutti abbiamo voglia di pedalare. Incontriamo un sacco di gente che sta andando al raduno organizzatoda Corradini con ritrovo al Battisti. Proseguiamo la nostra salita fino al Rifugio Battisti. Un saluto ad Andrea e Monica, diamo il nostro nome per il raduno, qualcuno ne approfitta per rifocillarsi e ripartiamo alla volta del Bargetana. Sulla strada incontro un sacco di gente che conosco, compagni di giri in mtb tra cui i ragazzi dell'Offroad e qualcuno di Carpi con cui ho fatto la Transappenninica. Arrivati al Bargetana ci dividiamo. Un gruppetto va giu' per la forestale e noi ci lanciamo giu' per il 633. Prima di fare cio' prenotiamo il pranzo dalla Glenda al Rifugio Bargetana. Gli dico che tra un paio d'ore saremo di nuovo li'. Fortunatamente ci ha apparecchiato dentro... La discesa nel bosco e' fantastica. Qualche tratto a piedi nella mirtillaia qualche tornantino un po' lungo ma tutto va via liscio e giungiamo al bacino idrico della Presa Alta. Ricominciamo la scalata...sono 7 km di salita per arrivare al cibo... devo dire che lo zaino in spalla comincia a farsi sentire. Andiamo comunque avanti, il mitico Simo grida svariate volte che vuole una birra, e mentre saliamo mi dice che lui tante ore in bici cosi' in vita sua non le ha mai fatte. Grande Simo! Arriviamo finalmente al rifugio. La Glenda ci ha preparato bis di primi, grigliatona, coniglio con polenta il tutto innaffiato con dell'ottimo vino toscano. Come dolce ci spariamo un salame al cioccolato con del vino bianco. Per finire Mirtillino e caffe'. Il tutto a un prezzo molto politico. Mentre mangiamo si abbatte sul Cusna un bel temporalone. Meno male che ci hanno fatto mangiare dentro. Aspettiamo la fine della pioggia. C'e' chi, come Bacchia e la Polly, si veste con un sacco dell'immondizzia.... ma ormai non piove piu'. Vista l'ora c'e' chi decide di dirigersi direttamente alla macchine. In 7 ci guardiamo in faccia e decidiamo di proseguire il giro! Dalla sbarra al Rifugio Segherie e' un susseguirsi di curve che affrontiamo tuttein controsterzo facendo pattinare la gomma posteriore. Arriviamo al Rifugio Segherie...adesso viene il bello...comincia la discesa tecnica. Il bagnato rende impossibile scendere sulla bike. Ci facciamo un bel tratto a piedi poi si comincia a pedalare. Ad un tratto vengo tratto in inganno da una pozza. Pensando sia solo acqua mi ci fiondo dentro ad alta velocita'...peccato sia fango..mi si pianta la bici e vengo catapultato via...finisco completamente nella melma...una leggera botta alle costole e al fianco ma tutto a posto... rido quindi sto bene. Mi rialzo e ripartiamo verso il rifugio S.Leonardo. Passaggio su un ponticello scivoloso di legno e siamo arrivati. Ci fermiamo al rifugio per spararci una birrettina prima di arrivare giu'. Ricominciamo la discesa molto sconnessa ma pedalabile. In successione arriviamo io, Giuliano, Umby, La Francy, Tello, Marco e la Giulia. La Francy dall'adrenalina che ha addosso trema come una foglia. E' caduta ma niente di che. Marco arriva giu' con il viso un po'ammaccato...La forcella CHIUSA e le gomme SLICK di sicuro hanno fatto il lorodovere...comunque tutto a posto. Siamo tutti integri. Il bacio di Umby a fine discesa ringraziandomi per il giro e' veramente stato qualcosa di appagante! Siamo tornati alle macchine, ci siamo dati un po' giu' alla melma e siamo tornati a casa...Tutti direi felici! Appena me le passano arrivano anche le foto! Grazie a tutti! Fabione, Umby, Giuliano, Tello, Gino, Bacchia, Simo, Omar, Marco, Gabri, Mauro, MannySub, Polly, Francy, Giulia.

martedì 24 giugno 2008

A Volte Ritornano


Ecco un'immagine del 2005 primo incontro con i Guastallesi... in piedi da sinistra: Pablo "Gumu", Gianlu, Mauri, Gibbo. Accucciati : Sauro, Umby "ceresce', Fasta. Bei ricordi!

Nonno a Ca del Vento


Una rara immagine che vede Nonnobanshee in versione crosscountristica a Ca del Vento. Ha addirittura fatto due salite... Sara' perche' c'era Mara?

lunedì 23 giugno 2008

Scuola Freeride By Nonno Banshee




Riecco in azione la Paola di Bologna. Il mitico Nonno Banshee e' riuscito a fargli fare cio' nel giro di una giornata. Complimenti al maestro e all'allieva.

venerdì 20 giugno 2008

Sauze Freeride


Sauze d'Oulx, 09 giugno 2008,
Mancano poco più di 15 giorni all'apertura ufficiale degli impianti di Sauze d'Oulx per la stagione 2008, fissata per il weekend del 5-6 luglio. La lunga stagione invernale con le ultime nevicate in quota registrate non meno di 15 giorni fa e le recenti piogge torrenziali, hanno rallentato i lavori di realizzazione dei nuovi percorsi nonchè la pulizia ed aggiornamento di quelli esistenti. Lo staff di Sauze Freeride non si è tuttavia scoraggiato e nelle ultime settimane ha effettuato i sopralluoghi necessari ad individuare le nuove linee che siamo certi faranno la gioia dei rider nell'estate 2008.All'impianto Prariond - Sportinia si aggiungerà quest'anno anche la seggiovia di Clotes che parte nel centro di Sauze sul campetto Clotes dove è in fase di realizzazione il "Central Park", l'innovativo Skill Park sul quale tutti, ma proprio tutti troveranno "legno per le proprie ruote artigliate". I percorsi 2007 (Sportinia Express, Karamell, Rock Master e Black Guizz) subiranno interventi ed ampliamenti con l'introduzione di moduli North Shore e di strutture da Park lungo le linee, ci saranno inoltre 3 nuovi percorsi: Easy Clotes e Pian della Rocca ed un trail che rimarrà segreto sino all'ultimo.....
Easy Clotes parte poco sotto la stazione di arrivo della seggiovia Clotes, è un trail facile, per tutti ma con sezioni che se prese in velocità garantiscono adrenalina anche ai rider di buon livello. Perfetto per tutti coloro che si vogliono avvicinare al freeride e che a Sauze potranno noleggiare bici ed attrezzatura così come ricevere le prime lezioni dagli istruttori di Sauze In. Un percorso interamente realizzato dalle mani del Consorzio Forestale AVS sotto la guida dei tecnici di 4Guimp. E' in fase di completamento Pian della Rocca, un percorso di livello decisamente più alto, pensato per tutti quelli che lo scorso anno hanno richiesto di "alzare il livello" dei percorsi di Sauze Freeride. E' un trail decisamente veloce con salti naturali ed artificiali, disseminato di strutture di legno che possono soddisfare anche i rider più esigenti. Dopo una prima parte su di un crestino con un paio di compressioni degne delle montagne russe di Disneyworld il tracciato attraversa la pista 2000 di Sauze per entrare in un bosco immacolato, regno dei freerider invernali, ancora un passaggio sulla pista e l'ultimo tratto di bosco ad altissima velocità con kick naturali, cambi di pendenza, compressioni... ancora una volta uno spot che la natura sembra avere disegnato per il freeride. Dal rifugio Ciao Pais lungo la pista da sci si raggiunge la strada di Clotes per imboccare Easy Clotes sino a metà e, per chi lo vuole, ritornare alla partenza della seggiovia di Sportinia sulla nuova pista di raccordo in fase di realizzazione. "Unamed" rimane per ora segreto, possiamo solo dire che si tratterà di un percorso ad alternanza di tratti ripidi ed impegnativi con parti di scorrevolezza ad alta velocità, un continuo cambio di ritmo e pendenza ma davvero mozzafiato.Al "Central Park", lo skill park che sta prendendo forma a campetto Clotes, ce ne sarà per tutti i gusti, anaconda, ogopogo, North Shore Test Ride, sling shots, skinnies, teeeter totter e discomobulator sono solo alcuni degli ostacoli che la mente di Erik "Parkitecht" Burgon hanno tirato fuori per fare divertire tutti in un'area sicura, in centro al paese e per "iniziare" alla mountain bike un sempre maggior numero di biker.
GIRLS
Nell'estate 2008 un occhio di riguardo sarà riservato alle ragazze, sempre più numerose nel colorato mondo del gravity, a cui verranno dedicati due weekend con corsi di 1° livello (Freeride ed All-Mountain), il cui programma sarà pubblicato a breve sul sito

SERVIZI
Oltre agli innumerevoli hotel, residence e disponibilità di appartamenti di tutti i livelli e per tutti i gusti a Sauze sono attivi diversi noleggi mtb in collaborazione con Commençal, partner del Resort che mette a disposizione la gamma Gravity 2008. Corsi di mountain bike per tutti i livelli sono organizzati settimanalmente da http://www.sauzein.net
Da non dimenticare la September Fest in programma per il 12-13-14 settembre giorni in cui le migliori aziende del settore presenteranno al pubblico Italiano, in anteprima i modelli 2009 dando anche la possibilità di provarli sui percorsi xc e fr del comprensorio. Impianti gratuiti, escursioni accompagnate, corsi per ragazzini e donne, serate video a tema e le aziende che avranno la possibilità di esporre anche all'interno dei numerosi pub di Sauze... Assolutamente da non perdere!

giovedì 19 giugno 2008

Staffetta a Fabbrico


Si e' svolta ieri sera a fabbrico la staffetta ciclopodistica (si dice cosi'?) In una serata finalmente estiva con una gradevole temperatura si sono date battaglia circa 45 coppie.Il terreno per i bikers era allentato dalle frequenti e copiose piogge dei giorni scorsi. Questo ha contribuitoa fare selezione. Team Sculazzo in gran spolvero con coppie divise tra miste , solo uomini e solo donne. Qualcuno ha anche corso a piedi difendendosi egregiamente.
Gara vinta dalla coppia Ugolini-Gandolfi la grossa differenza l'ha fatta il ciclista: ha rifilato ben 3 minuti al secondodirei che andava come un treno. Dei nostri ragazzi a premio Ceglia, Fabione, Bomber, Mattia, Polly e Tiziano che ha vinto nella categoria misti.Vincitori morali comunque tutti i partecipanti che hanno deciso di venire a correre con il pretesto poi di mangiare una pizza tutti insieme. Una splendida luna piena ha contribuito a mandarci a letto con il sorriso nella speranza che sia finalmente cominciata l'estate. In foto la grinta di Cris al cambio! Qui la classifica.

mercoledì 18 giugno 2008

Martedi' 17....meteo avverso!

Ieri sera sono salito in sella alla mia Rize per fare un giro in pianura. Telefono al mio collega Otto che mi viene incontro. Mi infilo l'ipod, mi metto in tasca un antipioggia, anche se il cielo promette bene. Partiamo e, dopo circa 10 km comincia a piovere. Va bene, c'e' caldo, si sta bene, andiamo avanti cercando di evitare l'acqua. Al 31° km tra Montale e Portile il cielo diventa nero, anzi direi grigio opaco, si vede in lontananza la linea d'acqua, io chiamo cosi' il punto in cui si vede chiaramente dove sta piovendo. Ci arriviamo dritti dritti e in un'attimo veniamo avvolti da folate di vento e grandine che ci costringono a fermarci. Non ci sono case in questo punto, cioe' ce ne e' una ma non ha ripari...la grandine sulle gambe fa veramente male. Metto il telefono e il gps in salvo, l'ipod fa quello che puo'..le cuffie si riempiono d'acqua. Dopo circa 6 o 7 minuti decidiamo di ripartire. Arriva un'altra folata e un'altra raffica di grandine. Tutto a un tratto la pioggia si calma e come per incanto smette. Siamo fuori dal temporale. Mentre torno verso casa viene fuori addirittura il sole....per poco perche' poi ieri sera ha ricominciato senza pieta'! Speriamo cominci presto l'estate..di questo tempo non se ne puo' veramente piu'!

Italia bronzo in Val di Sole

Si sono ufficialmente aperti i Campionati del mondo di mountain bike e trials nella cornice alpina della Val di Sole in Trentino e l'Italia ha conquistato una splendida medaglia di bronzo con la specialità della staffetta dietro la Francia e la Svizzera. Sicuramente le condizioni meteo hanno condizionato le prove di tutte gli atleti perché il terreno oltre che pesante era davvero scivoloso e nelle discese, gli atleti dovevano sganciare il piede per sicurezza perché le biciclette erano incontrollabili. Una delle prime vittime è stato proprio l'azzurro Marco Aurelio Fontana che nella discesa prima della zona box scivolava e perdeva una decina di secondi da Svizzera e Francia facendolo transitare al cambio in ottava posizione. Al secondo passaggio subentrava lo junior Gerhard Kershbaumer che sfruttava la sua ottima tecnica sul fango per riportarsi su Rupp Matthias (Svizzera) mentre la Francia si involava con Arnaud Jouffroy rendendo il recupero difficile. Alle loro spalle rientravano l'Ucraina e la repubblica Ceca ad una ventina di secondi. Terzo cambio con Eva Lechner che partiva appaiata all'elvetica Petra Heinzi staccate di una trentina di secondi dalla Francia ormai relativamente tranquilla al comando con la veterana Laurence Leboucher. Ultimo cambio con Eva Lechner che giungeva nella zona box in seconda posizione dando il cambio all'under 23 Cristian Cominelli che partiva con 20 secondi sull'elvetico Nino Schurter.Quest'ultimo sfruttava una scivolata di Cominelli nella discesa prima del traguardo e si riportava sull'atleta di Sellero. Vittoria della Francia autrice di una splendida prova e alle sue spalle, la Svizzera che grazie al fortissimo Schurter batteva in una lunga volata il nostro Cominelli che comunque festeggiava l'ennesima medaglia per l'Italia in questa specialità.
Testo a cura di 'Photo 13-17'

martedì 17 giugno 2008

Mondiali MTB in Val di Sole


Cominciano oggi le gare in Mtb in Val di Sole. Alle ore 13 si comincia con la gara a squadre. Qui trovate tutta la programmazione!

sabato 14 giugno 2008

Abbigliamento Freeride 2009



Giovedi' sera presso il Pistino Etilico si e' svolta la presentazione della collezione estate 2009 dell'abbigliamento per girls Freerider. Testimonial di eccezzione Paola di Bologna. La nuova Tendenza per il prossimo anno sara' un abbigliamento casual da abbinare ai vestiti quotidiani. Si potra' quindi passare tranquillamente dall'ufficio alla mtb senza problemi. Complimenti a Paola che ha domato la Banshee Scream di un noto freerider della zona.



Disco Inferno

Gran bella serata ieri sera alla festa della birra di Rio Saliceto. Da segnalare il gruppo che suonava, i Disco Inferno che ci hanno fatto ballare per 2 ore con la musica anni 70. Grazie a Umby, la Cri, Juri, Addo, la Giulia e la Melissa per la compagnia.

giovedì 12 giugno 2008

Mitico Omar

L'arrivo di Omar alla GF Costiera dei Cech...finira' la gara con un osso della mano rotta che lo costringera' a 30 gg di gesso. In bocca al lupo da parte mia! Tin bota!

mercoledì 11 giugno 2008

lunedì 9 giugno 2008

Bardonecchia Mountain Classic raccontata dal mitico "Omar cusna68"

Ieri a Bardonecchia pioveva, come ha fatto ininterrottamente negli ultimi 2 mesi, ben lontano dall'idea di mountainbike sorridenti nei prati soleggiati che si vede nei depliant...
Però c'è la gara da fare, vale per il Prestigio, se non fosse per quello sarebbe una giornata da stare davanti al camino acceso.
Come ci vestiamo? Dobbiamo arrivare a 2300 mt, farà molto freddo, poi c'è la discesa, saremo bagnati...
Partenza, fa freddo, tutti che scherzano per smorzare la tensione e non farsi domande esistenziali, oggi mi sa che non siano concorrenti, ma compagni di avventura/sventura, oggi niente cronometro, la vittoria è arrivare. Pronti via!
Dopo 100 metri nel prato, anzi nella ploccia di Campo Smith sei già color terra, tutt'uno con la bici, finalmente comincia l'asfalto, ma si rivela peggio perchè la pioggia abbondante forma rigagnoli d'acqua e pozzanghere, dopo 1 km sento già le rane nelle scarpe, dopo 2 sogno già la doccia calda. Inizia la salita, pian piano mi scaldo e mi chiedo come sarà in alto, ma già dopo pochi km iniziano i ritiri, tra i bikers che ritornano riconosco qualche prò, vedere gente che scende intorpidita mentre sali non è incoraggiante...
Inizia lo sterrato, me lo aspettavo peggio, false illusioni. La salita è lunga, per fortuna che a metà spiana un po' così posso riprendere fiato. E invece no! Il tratto piano è una strada di terra, che la pioggia ed il passaggio dei bikers che ti hanno preceduto ha trasformato in un inferno di fango e pozze d'acqua, acqua sopra ed acqua sotto, e giù fino ai mozzi, ma ormai non ci faccio più caso. Faccio caso invece ai rumori sinistri della catena, iniziano i risucchi, merda! è troppo presto, non siamo nemmeno a metà gara, così non ci arrivo in fondo!
Finalmente il primo ristoro, prendo una bottiglia d'acqua e lavo catena e corone, sembra andare meglio. Continua a piovere, fa freddo, chi riesce si rifugia nelle auto dei soccorritori per scaldarsi. Riprende la salita, il fondo è una poltiglia scivolosa che ti richiede molta fatica, un biker a piedi mi sorpassa, ma voglio continuare a pedalare. Guardo l'altimetro, ormai dovremmo essere in cima, ma lo capisco anche dalla neve che comincia a cadere, ci mancava solo questo! Mi guardo intorno, solo nuvole e grigio e montagne, la valle di sotto è coperta dalle nuvole, peccato, questo paesaggio col sole sarebbe stupendo. Finalmente inizia la discesa, ma è molto scivolosa e rovinata dagli scoli d'acqua, non sento più le dita delle mani e frenare diventa difficile, sorrido tra me e me pensando che così andrò più forte, ma in realtà comincio a preoccuparmi, ed intanto faccio lo slalom tra i bikers che scendono a passo d'uomo o addirittura a piedi! Segue un falsopiano divertente, di cui ricordo solo fango e fiumi di acqua da guadare, in fondo il Montello non è stato poi così male... Riprende la discesa, su asfalto viscido, sento freddo e comincio a tremare, rimpiango la salita, ma finalmente arrivo in piano e riprendo a pedalare agile per scaldarmi.
Oggi ho provato di tutto, o almeno così credo finchè arrivo al termine di una strada e vedo un vigile che blocca il percorso, non capisco dove proseguire, ed allora lui mi dice "Dentro al canale"! Dentro al canale? Ma siamo matti? E se mi bagno? Il canale in questione si rivela un fosso di acqua che costeggia la provinciale, poi un cartello dice "Bici in spalla" e si infila in un tunnel sotto la strada, mi sento un topo di fogna, ma ormai ho deciso per oggi di non farmi più domande. Esco dal tunnel e mi vedo davanti un muro di fango pieno di bikers a carponi che imprecano trascinando in su le bici, pochi metri ma micidiali, mi sembra un girone dantesco, mi unisco al gruppo ed alle imprecazioni.
Finalmente si può riprendere a pedalare, la pioggia continua, ma almeno le dita hanno ripreso vigore, comincia l'ultima salita che l'organizzazione ha fortunatamente accorciato, il fondo è in sintonia con i precedenti, i pochi bikers rimasti intorno a me si trascinano ormai, bagnati e sporchi, poi la catena riprende i suoi lamenti ancora più acuti, risucchia in continuazione, ma ormai mancano solo 10 km, speriamo che non mi abbandoni proprio ora. Un soccorritore vedendoci arrivare ci fa coraggio e ci dice che manca solo 1 km, non mi tornano i conti, ma sono contento; scoprirò poi che l'organizzazione ha ulteriormente tagliato il percorso per ragioni di sicurezza.
Il tracciato prosegue con saliscendi in sottobosco, fango e radici, poi l'ultima discesa verso il traguardo: un prato in contropendenza, ma è come un telo saponato, ed i bikers davanti uno dopo l'altro cadono a terra, in un qualche modo mi tengo in piedi, ma negli ultimi 300 metri cado anche io due volte. Finalmente lo striscione d'arrivo, ancora sotto la pioggia, ce l'ho fatta!
Un tè caldo al ristoro, poi via verso la doccia che fortunatamente è calda, nelle ultime 3 ore non ho pensato ad altro!
Cosa non si fa per il Prestigio, anche questa è andata!

P.S: al pasta party è uscito un sole meraviglioso!

Tributo alla Debby e al Cucciolo

Un piccolo tributo alla mitica Debby, compagna di 1000 pedalate e giri in collina! Il "cucciolo" dovrebbe nascere il 3 Agosto...chissa' che il prossimo anno non sarai ancora tra di noi! Un bacione e i complimenti a te e al mitico Andre! By gianlu

Greenpeace

Un in bocca al lupo alla mia stupenda sorella che da stamattina comincia il training per lavorare come volontaria con Greenpeace in Olanda! Un bacione e un abbraccio enorme...mi raccomando ocio che non vorrei dover salpare per venirti a salvare!

Team Sculazzo 2008

Traguardo alla Costiera dei Cech

Ecco la foto del mitico arrivo della G.F. Costiera dei Cech che ritrae me e Umby.

venerdì 6 giugno 2008

Consegna Maglie Etilici

Ieri sera al Quagliodromo c'e' stata la consegna delle maglie ufficiali del pistino etilico. Presenti in foto da sinistra: Il biondo, Madmanu, Gianlu, Grammy, Sotto la maglia Dexter,Deggio, Baronebirra, Penna, Pupo, in basso Anatas, NonnoBanshee e Sugo.

domenica 1 giugno 2008

Funky Day

IronTour al Funky Day

Sabato ci siamo sparati l'Irontour al Funky Day a Sestola. Del nostro gruppo eravamo io, Umby e Pablo. Eravamo in 8 bikers piu' 2 guide. Siamo partiti prendendo la seggiovia a Sestola. Da Pian del Falco ci siamo diretti verso i Giardini Esperia, il Lago della Ninfa, il Cimoncino e da qui ci siamo diretti verso i Taburri. Il terreno, sebbene le pioggie dei giorni precedenti il nostro giro, ha tenuto alla grande. Giunti ai Taburri dopo essere passati tra boschi, prati e punti spettacolari, ci siamo fermati a mangiare. Da qui abbiamo ripreso la nostra marcia in salita verso Cima Tauffi. Un duro sentiera sottobosco mette alla prova le nostre gambe ma il bello deve ancora venire! Giungiamo sotto il crinale e, bici in spalla scaliamo la montagna per raggiungere lo 00. Questa e' vera mountainbike. Circa 30 minuti di vera scalata che ciporta sul crinale e la vista e i passaggi tecnici sono una cosa spettacolare. Giungiamo a Cima Tauffi e ci concediamo una sosta per riposarci. Da qui adesso manca solo un'oretta di discesa. Dopo circa 15 minuti pero' il mio giro finisce causa caduta e schiacciamento della cartilagine della clavicola. Tutto sommato niente di grave ma sono costretto ad andare all'ospedale a Pavullo in ambulanza a tenere il braccio immobile per 10 giorni. Il giro e' stato comunque spettacolare, il gruppo mitico e le guide ottime. Sicuramente il prossimo anno non manchero'!